Una delegazione africana ha fatto visita ai laboratori del Consorzio Industriale della Valle del Biferno

Una delegazione africana ha fatto visita ai laboratori del Consorzio Industriale della Valle del Biferno

Una delegazione proveniente da Ghana, Uganda ed Etiopia, ha fatto visita ai laboratori del COSIB di Termoli. L’iniziativa rientra nel progetto “Africa” promosso dall’UNIMOL e ARPA.

Il progetto Africa è finanziato dall’Unione Europea e ha come finalità quella di “Rafforzare l'innovazione e la diffusione delle tecnologie per lo sviluppo sostenibile nelle filiere dei cereali, cacao e caffè in Africa Occidentale e Orientale” e di “Integrare il sistema delle Biofarm in Università etiopi e ugandesi” dice il Professor Cinquanta dell’UNIMOL, “una sorta di scambi tecnologico che deve mettere in condizione le Università dei paesi africani interessati, ad effettuare analisi migliori e in linea con i dettati internazionali”. La visita ai laboratori del Consorzio Industriale termolese invece è dovuta al fatto che in termini di tecnologie e attrezzature, il laboratorio del COSIB è oggi all’avanguardia in Regione, “perché è un esempio di laboratorio  avanzato, è un laboratorio ambientale e ha caratteristiche per diversificare le analisi anche nel settore alimentare”. Tanto che il Dottor Mannoni dell’Agenzia Regionale per la Protezione dell’Ambiente, ritiene che in questo modo si possa realizzare una sorta di laboratorio in rete sul territorio, dove ogni ente mette a disposizione le tecnologie che hanno. Durante la visita, gli ospiti africani hanno potuto assistere anche a delle dimostrazione pratiche, come le analisi delle acque fatte dai tecnici del laboratorio sotto la supervisione della dottoressa Angela Piano, responsabile del laboratorio, e hanno visto in funzione il Cromatografo, uno degli strumenti all’avanguardia del laboratorio del COSIB.